Passa ai contenuti principali

Post

TREKKING IN VALSASSINA

Clicca qui per  Il video racconto del trekking Il trekking in Valsassina organizzato dalla Pastorale Giovanile, la FUCI di Milano e la Chiesa del Carmine è stata una preziosa occasione di comunità e immersione nel Creato. Sono stati tre giorni dedicati alla riscoperta della Laudato Si’ e di riflessione sul significato di ecologia integrale. Più volte è stato infatti ribadito che i doni di cui godiamo comprendono sia l’ambiente che tutti gli altri esseri viventi, e l’uomo ha il privilegio di poterne beneficiare ma soprattutto il dovere di custodire . In questi giorni di cammino abbiamo rafforzato la consapevolezza che “Tutto l’universo materiale è un linguaggio dell’amore di Dio, del suo affetto smisurato per noi. Suolo, acqua, montagne, tutto e carezza di Dio.”[LS, 84] Riprendiamo la routine di settembre con una nuova consapevolezza in merito alla nostra quotidiana responsabilità individuale e ricordando che “un crimine contro natura è un crimine contro noi stessi e un peccato contro
Post recenti

CARA NAPOLI - La canzone di Miriam

👉Clicca qui per ascoltare il brano  https://youtu.be/uHSSMOKpRtc La genesi di questa canzone nasce dai ricordi di una Napoli, tra i suoi vicoli di ombre e colori che racconta di gioie e di dolori. Per ascoltare questa città è necessario accostarsi alle persone, entrando nelle case, educando un orecchio attento che riesce ad uscire da una coscienza offuscata. Parole che si rivolgono a Napoli come se fosse una bambina, con due occhioni che brillano di vita e con il desiderio di raccontarsi ma che troppo spesso è messa a tacere dalle ferite che la segnano ancora oggi e da tanto rumore che la sommerge. Don Raffaele Sigillo, uno dei preti che ci ha affiancato durante la settimana e di una delle parrocchie in cui siamo stati accolti, ci ricorda le parole del vescovo Mimmo Battaglia che ci invitano a sognare non solo per noi ma anche per gli altri. Dei sogni grandi, come quelli che hanno permesso di mettere in moto tante realtà, tramutando quartieri verso una via della bellezza, di cui esemp

SENTIRSI A CASA

Pensieri in viaggio lungo il cammino di San Benedetto Sentirsi a casa .  Questo è il sentimento che mi ha accompagnato per tutta l'esperienza. Fin dal primo giorno ho percepito un clima di familiarità. Mi sono sentita a casa in luoghi che avevano poco a che fare con una vera casa, mi sono sentita a casa vivendo la quotidianità di questi giorni con persone mai viste prima, conosciute cammin facendo, condividendo il peso dello zaino, la fatica delle salite, del caldo e della sete. Sono partita con uno zaino che credevo il più essenziale possibile e che ho riscoperto ancora pieno di cose che essenziali non erano, ho lasciato a casa tutto ciò che mi contraddistingueva, ma invece che sentirmi "vuota" mi sono sentita inaspettatamente piena. Tolta tutta la superficialità della quale spesso ci circondiamo rimane solo la sostanza , la parte più bella di ognuno, spontanea e senza filtri.  Abbiamo camminato in salita e in discesa, in mezzo ai boschi, in strada e in terre bruciate da

UN GIOVANE AL CONSIGLIO PASTORALE DIOCESANO

Marco, dopo l'esperienza come giovane, all'interno del Consiglio Pastorale Diocesano Il Consiglio Pastorale Diocesano si riunisce di norma tre volte l’anno, dal sabato pomeriggio alla domenica  dopo pranzo. Proprio la domenica mattina, prima di colazione, dal parco della Villa di Triuggio, se l’aria è tersa e il cielo  è sereno puoi vedere lo skyline di Milano: Si vedono i grattacieli e su uno di essi -il più alto- c’è una copia  fedele della Madonnina del Duomo.  Il Card. Scola, all’inizio del mandato, ci ricordava che viviamo più in un cambiamento di epoca che in un’epoca  di cambiamenti e che anche oggi la testimonianza è la condizione prima della Comunione, ciò che rende la  partecipazione piena e viva. Ogni sessione ha un tema che viene precedentemente comunicato, con documenti che possano aiutare a  sviluppare riflessioni, anche negli incontri preliminari con i Vicari episcopali di zona.  Fermandomi a pensare, mi accorgo che in questi pochi anni abbiamo trattato le più

I MIEI PIEDI RACCONTANO Cammino di San Benedetto

Il racconto di Stella, giovane partecipante al Cammino da Subiaco a Montecassino (9-17 agosto 2021) organizzato dal Servizio Giovani in collaborazione con l'AC Giovani di Milano. 9 agosto - ore 5.45 ci dobbiamo alzare, speriamo che lo zaino pesi poco perché tocca a noi portarlo. Ce  la faremo? Forse sarebbe stato meglio stare a casa con le ciabatte comode. Inutile opporsi, scarpe comode (speriamo) e si parte. Oggi siamo fortunati il viaggio in pullman è lungo, ma siamo a riposo. Ore 20.30 è ora di scendere, siamo a Subiaco. Siamo un pochino stanchi, ma solo un pochino. 10 agosto - ore 6.45 ecco è già ora di infilarci negli scarponcini, visita al Sacro Speco, poi si parte, zaino  in spalla, peso accettabile e via. Giornata lunga, incontriamo qualche cavallo selvaggio e qualche  cane, siamo stanchi finalmente alle 18.15 ecco Trevi. Ciabatte comode per cena, Preghiera e alle 22.30 finalmente si dorme, domani tappa più lunga, siamo preoccupati… 11 agosto - ore 5.30 uffa ci dobbiamo

NAPOLI E MILANO: DUE FACCE DI UN'UNICA CHIESA

  Il racconto di Riccardo e l'esperienza al " Binario della Solidarietà " “Che cos’è l’amore? Il bisogno di uscire da se stessi” . Queste parole di Baudelaire ci invitano ad ampliare i nostri orizzonti, a incontrare culture diverse, dialogare ed arricchirci reciprocamente, oltre a cogliere la necessità di un riconoscimento che vada oltre la soddisfazione di  urgenze materiali immediate. Il gemellaggio fra i giovani della diocesi partenopea e quella ambrosiana è  stata l’occasione per viverlo da vicino e toccarlo con mano. La prima parte delle nostre giornate è stata dedicata al servizio. Personalmente ho dato una mano  in un centro diurno, il “ Binario della Solidarietà ”. Trovo significativa la storia di questa organizzazione : 25 anni fa Enrico, impiegato presso le Ferrovie dello Stato, ha preso a cuore una  richiesta della Caritas volta ad aiutare i senzatetto che dimoravano presso la stazione. In un  periodo di particolare affollamento non si è limitato a farli sloggi

NAPOLI E' MILLE COLORI

Il racconto di Marco, un giovane della nostra diocesi in visita a Scampia, durante il gemellaggio con la Pastorale giovanile di Napoli (25 luglio-1 agosto 2021) Il sole di fine luglio è già alto all’orizzonte, l’aria è torrida anche se sono appena le 9.30 del mattino  e col pullmino entriamo tra le strade di Scampia. Alla mia destra, fuori dal finestrino, compaiono  presto le famose Vele. Le ho viste solo in tv e in foto. Così da vicino fanno un po’ impressione.  Soprattutto mi colpiscono le scritte che ci hanno dipinto sopra: " Noi non siamo Gomorra", "Quando alzi un muro ricordati chi lasci fuori", "Le Vele non sono uno zoo", "Dateci un museo" . Le interpreto come un modo per affermare la propria identità, mentre dal posto di guida d on Federico, parroco dell’unico paese alle pendici del Vesuvio e responsabile della  Pastorale Giovanile della Diocesi di Napoli, mi spiega: "è la nostra resistenza, che non è  mai resa". Poco più tardi a